CHI SIAMO    ENTERTAINMENT    CONCERTI    SIAE E INPS    SERVIZI    PERIZIE E CONSULENZE     WORKSHOP    EDIZIONI    LINK    CONTATTI    日本語    TÜRKÇE   

Sya 
Canto etnico, improvvisazione

“Non è mai troppo tardi per essere ciò che potreste diventare”
George Eliot

Sya, al secolo Claudia Criscuolo, è un’artista romana, cantante, compositrice e arrangiatrice. Il suo amore per l’arte si manifesta sin da bambina. Studia pianoforte e chitarra e intorno ai dieci anni, “scopre” la sua voce, il suo talento naturale. Negli anni a seguire comporrà le sue prime canzoni e poesie.
Per timbrica ed estensione la sua voce veniva spesso paragonata, se non addirittura scambiata, con quella di Mina. Nel tempo, con lo studio e la ricerca, acquisirà uno stile personale che la renderà una interprete di grande comunicazione.
Da sempre sperimentatrice dello strumento “Voce”, ne ha un’ottima padronanza, ha una eccellente intonazione e quadratura, sembra che la sua voce abbia il ritmo “dentro”. Usa toni e sovra toni, passa agevolmente dai bassi agli alti e si cimenta negli “armonici”.
La sua versatilità l’ha condotta a spaziare in altri generi musicali non escluso quello classico e prediligendo il jazz e la word music, ha potuto manifestare la sua principale caratteristica: l’improvvisazione, di cui è maestra.
Dando priorità al suo ruolo di madre, non ha in attivo né fama né gloria. Il suo curriculum non si pregia di numerose e altisonanti collaborazioni, a parte il jazzista Tony Scott e il Gruppo “Area”, ma ha cantato con numerosi e valenti musicisti, dei quali ha potuto apprezzarne il talento ed arricchire la sua esperienza. Nel ’84 realizza, in collaborazione con Lucio Macchiarella, nove brani inediti ancora attualissimi. Nel ’93 inizia un percorso spirituale, che attualmente ancora segue e che nel ’99 la porta ad incidere il brano di sua composizione “Alba”, interamente improvvisato ed ispirato da visualizzazioni di immagini, in cui Sya usa la voce come strumento di comunicazione sonora “oltrepassando le parole… comprensibili”.
Un critico musicale così definisce il brano: “In "Alba" le voci della "nostra", dalle straordinarie qualità timbriche, echeggiano e si sovrappongono fino a risuonare l'una dentro l'altra. Una delle opere più sacre, forse mai gridate al vento da una cantante world, dove la musica è delirio onirico e incursione nella mente”. L’ambizioso scopo del cantare di Sya è quello di “far vibrare la vita delle persone”, cioè riuscire a far percepire agli altri il proprio intrinseco potenziale e di far nascere in loro il desiderio di manifestarlo. Questo, per lei, dovrebbe essere il ruolo dell’artista.

ALBA
Alba Nasce ancora oggi il sole, la terra partorisce e tutto torna a pulsare. Alba, l'inizio di tutte le cose, è un nuovo inizio, è come la fenice, è il continuo divenire, è la luce è la speranza, è la fiducia…. nell'eternità della vita.
C.C.(Sya)

    
CATEGORIE DI RICERCA ASSOCIATE
STRUMENTI
Pianoforte e voce
Voce - Voci
GENERI MUSICALI
Folk / Etno / Popolare
Musica italiana
ORGANICO
2 elementi
3 elementi
Vario
ATTRAZIONE
Musica

Copyright©2013 by J Music sas. E' vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti. Ogni abuso verrà perseguito a norma di legge.
J Music sas
  Roma - tel: +39 06.30683466 (after 11 am) - www.facebook.com/jmusicweb  info@jmusicweb.com | Webmaster

   

Privacy Policy Cookie Policy